Yoga nidra


Lo yoga nidra: un modo per comprendere l’esistenza e il ruolo della coscienza (citta) nel complesso variegato della vita di ogni essere umano. La comprensione si attiva con il passaggio progressivo attraverso i vari processi mentali che animano nel profondo la nostra interiorità. In rapporto al mondo esterno, l’essere umano si identifica abitualmente in tutto ciò che “vede”. Ma nel rapporto con se stesso tende ad identificarsi nel movimento della mente presa nelle sue costruzioni concettuali o nelle informazioni sensoriali che accompagnano i pensieri, l’immaginazione, la fantasia, i ricordi, le aspirazioni e i sogni. La pratica dello yoga nidra ci aiuta a costruire un ordine interno, creando le condizioni per ottenere una coscienza oggettiva che non si identifica con tutto ciò che vede, sente, immagina o ricorda. Quella utilizzata è una posizione immobile e supina che induce, attraverso un’indagine sensoriale, ad un rilassamento del corpo progressivo e totale. In questo modo la coscienza è libera di muoversi verso un’altra indagine più sottile e profonda: attraverso il controllo della respirazione e delle percezioni extra-sensoriali giungiamo a cogliere i nostri contenuti mentali con uno sguardo finalmente attento e distaccato. Tutto ciò permette ad ognuno di creare le condizioni ottimali per predisporsi ad un evento possibile: lo stato meditativo.

Yoga nidra: a way of understanding the role and the existence of consciousness (citta) in the multiple complexities of every human being’s life. Comprehension is activated by progressive passages through various profound processes that animate our interior realm.
In the relationship with the outside world, human beings habitually identify with everything they ”see”, but in their relationship with themselves, they identify with the mind that is busy with the construction of concepts or with sensory information that accompanies thoughts, imagination, fantasies, memories, aspirations and dreams. Yoga nidra helps the practitioner construct an internal order, creating the conditions to obtain an unbiased consciousness that doesn’t identify with all that it sees, feels, imagines or remembers.
An immobile supine position is used, that induces progressive and total relaxation through sensory awareness. In this way, one’s consciousness is free to move towards a more subtle and profound search: through controlled breathing and extra sensory perceptions we can accept our mental content as careful and detached observers. All this allows each participant to create optimal conditions to prepare for the meditative state.