Pranayama


Il pranayama è una ricerca che permette di espandere la propria consapevolezza e contattare il proprio corpo di energia. Gli strumenti utilizzati sono diversi e diverse sono le capacità che si richiede di sviluppare. Solo per fare qualche esempio: tenere una posizione seduta confortevole e assolutamente immobile; seguire un ritmo respiratorio volontario adeguato in una modulazione estesa, tranquilla e serena; emettere un suono sordo interno, che accompagna sia la fase inspiratoria che quella espiratoria (ujjayi). Le lezioni si costituiscono innanzitutto di una fase iniziale propedeutica per il corpo e per la respirazione. Continuano con una fase intermedia dedicata alle pratiche di purificazione e con una terza fase di pranayama vero e proprio, che prepara l’accesso alla trasformazione alchemica in cui la coscienza, abituata a rapportarsi con la materia tramite gli strumenti sensoriali, la trascende e contatta una dimensione più sottile, extrasensoriale: il corpo energetico.

Prānāyāma is a form of research that enables the consciousness to expand and contact one’s energetic body. The tools employed are different as are the capacities that need to be developed. For example: holding a comfortable seating position that is absolutely immobile; following voluntary breathing rhythms in an extended, peaceful and serene modulation; emitting a deep dull internal sound that accompanies both the inhalation as well as the exhalation (ujjayi).
Initially the lessons consist in a phase that prepares the body and breathing. Lessons then continue with an intermediate phase dedicated to purification practices, and end with a third phase of actual prānāyāma, which prepares access to the alchemic transformation, in which consciousness, accustomed to relate to matter through the sensory channels, will transcend and will contact a more subtle and extrasensory dimension: the energetic body.



Prana Vidya


Il prana vidya offre la possibilità di contattare le sottili leggi che regolano la vita fisiologica di ogni individuo. Fonda le sue radici sulla conoscenza del pranayama e sulla capacità di regolare i flussi di energia nel corpo. Letteralmente prana vidya significa “vedere il prana” e consente, con l’uso di tecniche appropriate, il risveglio di una coscienza sottile. Così si impara a dialogare con i flussi di energia vitale, per riuscire a portare un maggiore apporto di prana alle zone del corpo che necessitano di essere aiutate. E’ uno strumento potente per sostenere le aree deboli e ammalate del corpo e per risvegliare la vitalità dei cinque flussi vitali del nostro organismo. Il prana rappresenta l’aspetto vitale del corpo fisico, è un’energia organizzata che consente di dare vitalità alla materia densa. I nostri sensi inviano l’informazione della presenza del corpo denso e abitualmente nascondono la possibilità di contattare gli aspetti sottili della vita interiore.
Si deve attuare una strategia per far sì che la nostra coscienza non venga attratta solo dalla parte densa, ma possa diventare testimone anche della vita sottile che anima la nostra esistenza. Questa strategia si chiama: “Prana vidya”.

Prāṇa vidya offers the possibility of contacting the subtle laws that regulate the physiological life of each individual. Its roots are grounded in the knowledge of prāṇāyāma and in the capacity of adjusting the flow of energy currents in the body. Prāṇa vidya literally means “to see the prāṇa” and allows, with appropriate techniques, the awakening of a subtle consciousness. One learns to dialogue with the vital flow of the body’s energy, so as to direct more prāṇa to those areas of the body that are most in need of it. It is a powerful tool that sustains the weak and sick areas of the body and awakens the vitality of the five fluxes of our organism. The prāṇa represents the vital aspect of the physical body, it is an organized energy that provides vitality to the dense matter. Our senses transmit information of the presence of the dense body and habitually hide the possibility of contacting the subtle aspects of the interior life. A strategy must be created so that our consciousness is not only attracted to the dense part of the body, but can also become a witness of the subtle life that animates our existence. This strategy is called: “Prāṇa Vidya.”